Cos’è l’agopuntura

L’Agopuntura è una metodica terapeutica della Medicina Tradizionale Cinese che consiste nella infissione di un certo numero di sottilissimi aghi metallici sterili in determinati punti cutanei e nella stimolazione delle zone interessate. Le origini dell’agopuntura sono assai remote: fonti storiche accreditate ritengono che nella Cina antica già 4.000 anni fa si infiggessero rudimentali aghi ricavati da ossa o selci acuminate in particolari siti corporei a fini terapeutici.

Attualmente l’Agopuntura è stata riconosciuta come medicina ufficiale dall’Organizzazione Mondiale della Sanità ed oggi viene praticata anche all’interno di alcuni ospedali italiani. Agisce attivando numerosi meccanismi nervosi e bioumorali (endorfine, serotonina, ormoni) per riequilibrare quelle funzioni alterate dell’organismo che stanno alla base della malattia.

La scelta di rivolgersi ad un trattamento con agopuntura non deve essere ideologica, ma deve fondare le sue motivazioni sui principi dell’efficacia e della non tossicità che ha l’agopuntura.

L’agopuntura dà la possibilità di non utilizzare i farmaci o ridurne il dosaggio quando questi non possono essere completamente eliminati. Questo significa eliminare o ridurre gli effetti collaterali e la tossicità dei farmaci. Quindi qualora ve ne siano le indicazioni il trattamento con agopuntura dovrebbe rappresentare la prima scelta di terapia, in particolare in alcune circostanze quali ad es. la gravidanza, oppure in patologie quali la cefalea cronica dove l’abuso di analgesici è frequente ed è causa di cronicizzazione del dolore.

L’agopuntura è un atto medico e come tale può essere praticata solo da un laureato in medicina e chirurgia.

LINK UTILI:

http://www.agopuntura-fisa.it/home.page
http://www.amabonline.it/
http://www.sia-mtc.it/
http://www.salute.gov.it/